• images/FOTO_HOME/01.jpg
  • images/FOTO_HOME/02.jpg
  • images/FOTO_HOME/03.jpg
  • images/FOTO_HOME/04.jpg
  • images/FOTO_HOME/05.jpg
  • images/FOTO_HOME/06.jpg
  • images/FOTO_HOME/07.jpg
  • images/FOTO_HOME/08.jpg

Diocesi Lamezia Terme Giornata malato 2014 a Platania Foto ricordo con don Pino Latelli 1Diocesi Lamezia Terme Padre Rosario Messina Giornata malato a PlataniaDiocesi Lamezia Terme Giornata malato 2014 Don Pino Latelli 006Diocesi Lamezia Terme Giornata del malato Monsignor Giuseppe Ferraro 2015 042La Chiesa San Michele Arcangelo di Platania (Cz), domenica 7 Febbraio, si trasformerà  in una piccola Lourdes. Infatti, per consolidata tradizione, in occasione della prima apparizione della Vergine Maria avvenuta l’11 febbraio 1958 a Lourdes, la comunità platanese darà ampio spazio ad una liturgia dedicata agli ammalati del luogo. Da giorni, alcuni componenti del  gruppo dei volontari della parrocchia, guidati dalla responsabile Marisa Di Cello, sono impegnati a visitare gli ammalati facendo sentire loro la vicinanza e l’affetto dell’intera comunità. «Ringrazio  il Papa – ha detto don Pino Latelli - per le parole che ha rivolto, con affetto e vicinanza, a tutti gli ammalati del mondo per la 24° Giornata mondiale del malato: le sue paterne parole sono la carezza di Papa Francesco sul volto di milioni di persone segnate dalla malattia e, a volte, dalla solitudine.  Nel messaggio il Pontefice,  con uno sguardo di profonda umanità, - ha continuato il parroco - invita chiunque a mettersi al servizio dei bisognosi, e concretamente dei malati imparando  a vedere nel volto dei sofferenti, il Volto di Cristo. Il Santo Padre, testimone eloquente di gesti concreti di misericordia e del valore e della dignità della vita, – afferma don Pino -  sprona con forza i cristiani ad avvicinarsi ai malati con quella “compassione” che fu di Gesù, buon samaritano, di fronte ad ogni dolore umano.  È  necessario, perciò,  avere la sensibilità di recarsi al capezzale dell’ammalato al fine di dare e testimoniare l’amore di Dio servendolo con l’amorevolezza  di una madre. Mi auguro - conclude il sacerdote - che, innamorati di Dio nel malato e convinti della forza della tenerezza, comprendiamo  che amare di più i sofferenti deve diventare uno stile di vita, avendo ogni giorno a cuore gli ammalati». La Giornata del malato di domenica 7, dunque, vedrà in prima linea e al centro dell’attenzione i molti ammalati di Platania, anche quelli che abitano nelle frazioni, che saranno accompagnati in chiesa dai volontari e dal gruppo scout per partecipare alla funzione religiosa.  Nel corso della Santa Messa delle ore 10.30, presieduta da Padre Rosario Messina, dell’Ordine dei Camilliani,  che dedicherà l’omelia al tema specifico della XXIV Giornata Mondiale del Malato: Affidarsi a Gesù misericordioso come Maria “Qualunque cosa vi dica, fatela” (Gv 2,5), verrà impartita agli ammalati il sacramento della “unzione degli infermi” e consegnato a ciascuno di essi un libretto di “Preghiere nella malattia”.

Lina Latelli Nucifero

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione