• images/FOTO_HOME/01.jpg
  • images/FOTO_HOME/02.jpg
  • images/FOTO_HOME/03.jpg
  • images/FOTO_HOME/04.jpg
  • images/FOTO_HOME/05.jpg
  • images/FOTO_HOME/06.jpg
  • images/FOTO_HOME/07.jpg
  • images/FOTO_HOME/08.jpg

Diocesi Lamezia Terme Vescovo Vincenzo Rimedio Platania 2Diocesi Lamezia Terme Generale VillellaDiocesi Lamezia Terme Vescovo Vincenzo Rimedio Platania 1

Il “Premio Platania 2014 “, ideato e promosso dal Comune e dalla Parrocchia di San Michele Arcangelo di Platania, giunto alla VIII edizione, è stato assegnato al Generale dell’Arma dei Carabinieri Angelo Villella per  «la dedizione, l’impegno, il lavoro quotidiano al servizio dei cittadini e a difesa della giustizia e della legalità che il Generale della Benemerita, nativo di Platania, ha profuso con professionalità e senso del dovere nel corso della lunga carriera militare» secondo la motivazione della giuria.

La cerimonia ufficiale di premiazione si svolgerà domenica 24 Maggio alle ore 10.30, immediatamente dopo la solenne concelebrazione della Santa Messa presieduta da monsignor Vincenzo Rimedio, vescovo emerito di Lamezia Terme coadiuvato da monsignor Giuseppe Ferraro.

Saranno presenti il sindaco di  Platania Michele Rizzo, autorità civili e militari,  la comunità platanese e tanta gente proveniente dal territorio dell’intera Calabria.

«L'ambito riconoscimento - precisa il parroco don Pino Latelli - viene annualmente assegnato a personalità,  anche giuridiche,  che si siano distinte per professionalità, spiccato senso del dovere e particolari meriti  sociali e civili».

Difficile la scelta che il Comitato, composta da elementi maggiormente rappresentativi della parrocchia e del comune,  ha dovuto operare tra le personalità di prestigio di cui l’Italia si pregia, ma, superata ogni esitazione,  ha concentrato la sua attenzione sul Generale dell’Arma dei Carabinieri Angelo Villella.

Nato a Platania (CZ) ha intrapreso la carriera militare nel 1970, quale Ufficiale di Complemento dell'Esercito Italiano, frequentando il corso A.U.C. presso la Scuola di Ascoli Piceno.

Ha prestato servizio presso il 151^ Rgt di Trieste e l'84^ di Siena. Vincitore di concorso per il transito in S.P.E. Ruolo Normale di Amm.ne sempre dell'E.I. Nel 1973 è trasferito alla Legione Carabinieri di Catanzaro. Alla promozione a Tenente è trasferito all'Ospedale Militare di Catanzaro con l'incarico di Capo Gestione Danaro ed Ufficiale alla Sicurezza. Viene promosso Capitano nel 1979. Nell'agosto del 1983 è ritrasferito alla Legione Carabinieri di Catanzaro quale Capo Gestione Danaro. Nel 1988 alla Promozione a Maggiore assume l'incarico di Capo Servizio Amministrativo della Medesima Legione e permane nell'incarico fino al trasferimento alla costituenda Regione Carabinieri Calabria. Nel 1992 alla promozione a Ten. Colonnello conserva l’incarico di Capo Servizio Amministrativo fino al 1997, nel medesimo Comando. Da tale data, viene trasferito al Centro Militare di Medicina Legale di Catanzaro con l’incarico di Capo Servizio Amministrativo ed Ufficiale alla Sicurezza, permane in tale incarico fino al transito nei ruoli dell’Arma dei Carabinieri, quale vincitore di concorso, indetto in seguito alla ristrutturazione dell’Arma stessa, quale quarta Forza Armata. Dal 2002, transitato nell’Arma, ritorna all’incarico di Capo Servizio Amministrativo della Legione Carabinieri Calabria. Promosso Colonnello nel 2003 è trasferito al Comando Interregionale “PODGORA” di Roma quale Capo Servizio Amministrativo del Raggruppamento Logistico Centrale con giurisdizione sull’Italia Centrale. Alla ristrutturazione ordinativa dell’Arma nel 2007, è trasferito al Ministero Difesa, all’Ufficio Centrale delle Ispezioni Amministrative quale Ispettore Centrale. Nel 2009 promosso Generale di Brigata permane in tale incarico fino alla data di congedo 30 giugno 2012. Nel corso della lunga e brillante carriera il Generale Angelo Villella ha conseguito diverse onorificenze: un Encomio tributato dal Comandante Regione Militare Meridionale; Quattro Elogi tributati da Comandanti e Direttori Organismi Centrali e Periferici; Medaglia Mauriziana;  Medaglia d’Oro al merito di lungo Comando; Croce d’Oro con Stelletta per anzianità di servizio e Onorificenza di “Cavaliere” e di “Ufficiale” dell’Ordine  “Al merito della Repubblica Italiana”.

Il ricco programma prevede il saluto del Parroco al quale seguirà quello del Sindaco Michele Rizzo e, dopo la premiazione, un breve concerto tenuto dai bambini dell’Oratorio Benedetto XVI “Un tesoro per tutti” in onore dell’illustre premiato.

L’evento, presentato da Angelo Gallo e impreziosito dalle  luci e dal suono dell’esperto deejay  platanese Giuseppe Di Cello, vedrà la partecipazione del presentatore lametino Raffaele Bellakioma che coadiuvato dalla sua troupe televisiva  manderà in onda l’intera manifestazione nel corso del programma “Noi siamo i giovani”. L’atteso appuntamento, dunque, Domenica 24 maggio alle ore 10.30 nella Chiesa San Michele Arcangelo di Platania

Lina Latelli Nucifero

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione