• images/FOTO_HOME/01.jpg
  • images/FOTO_HOME/02.jpg
  • images/FOTO_HOME/03.jpg
  • images/FOTO_HOME/04.jpg
  • images/FOTO_HOME/05.jpg
  • images/FOTO_HOME/06.jpg
  • images/FOTO_HOME/07.jpg
  • images/FOTO_HOME/08.jpg

Diocesi Lamezia Terme Foto autoritá Premio Platania Villella 2014 038Diocesi Lamezia Terme Foto autoritá Premio Platania Villella 2014 038Diocesi Lamezia Terme don Pino Latelli Monsignor Rimedio sindaco Rizzo Monsignor Ferraro Premio Platania Villella 2014 035Diocesi Lamezia Terme Il Generale Villella riceve il Premio Platania 2014 033Diocesi Lamezia Terme Oratorio offre al generale Villella la statua di San Michele Premio Platania 2014 029Diocesi Lamezia Terme Il Generale Villella riceve il Premio Platania 2014 034Diocesi Lamezia Terme Oratorio Benedetto XVI in concerto Premio Platania Villella 2014 028Diocesi Lamezia Terme Oratorio offre al generale Villella una coroncina Premio Platania Villella 2014 030

Sulle gioiose e emozionanti note  eseguite dai Bambini dell’Oratorio Benedetto XVI “Un tesoro per tutti” guidati con competenza da Maddalena Cimino,  si è conclusa la cerimonia di consegna del “Premio Platania 2014” al generale dell’Arma dei Carabinieri Angelo Villella tenutasi nella Chiesa San Michele Arcangelo di Platania alla presenza del vescovo emerito di Lamezia Terme Vincenzo Rimedio, di monsignor Giuseppe Ferraro, dell’ Assessore del Comune di Lamezia Terme Elena Vera Stella, del  Capitano della Compagnia Carabinieri di Soveria Mannelli Domenico De Biasio, del Comandante della stazione dei carabinieri di Platania Giorgio Carafa ed del suo vice maresciallo Gianluca Valastro, del colonnello Gianfranco Cosentino del Reggimento Sirio di Lamezia terme, del maresciallo Cosimo Leoci della Guardia di Finanza di Lamezia Terme, del comandante della polizia municipale di Lamezia Terme Francesco Porchia, del generale delle guardie ecozoofile del sud Italia Mario Catroppa e l'Associazione degli ex carabinieri. L’evento ha visto anche la partecipazione delle Associazioni più rappresentative che operano nel piccolo centro dell’entroterra lametino quali il Gruppo micologico Reventino, Radio Platania, l’Avis e il Circolo Bocciofilo.

Da alcuni anni la comunità platanese conferisce il prestigioso riconoscimento, alla sua ottava edizione, di concerto tra la Parrocchia e il comune di Platania,  a coloro che si sono distinti per professionalità, spiccato senso del dovere e particolari meriti  sociali e civili.

 Due sono stati i momenti celebrativi: il primo ha visto la celebrazione della Santa Messa presieduta dal vescovo emerito di Lamezia Terme monsignor Vincenzo Rimedio, coadiuvato da monsignor Giuseppe Ferraro e dal diacono don Ubaldo Navigante e il secondo la cerimonia di consegna del premio Platania al generale Angelo Villella.

Il presule, nel corso della sua omelia, dopo essersi congratulato con il Premiato, con accenti coinvolgenti, ha ricordato la sua vicinanza e il suo affetto a tutta l'Arma dei Carabinieri nel corso del suo lungo ministero episcopale nella diocesi di Lamezia Terme ed ha aggiunto «leggendo il curriculum della vita del generale Angelo Villella, mi sono convinto che egli ha avuto mansioni di grande fiducia in settori delicati della Benemerita che ha svolto con competenza e passione avendo come virtù innata “il culto del dovere” .

La cerimonia, presentata da Angelo Gallo e arricchita da Marisa Di Cello e dal tecnico dei suoni Giuseppe Di Cello e ripresa dalle telecamere del presentatore di “Noi siamo i giovani” Raffaele Bellakioma, è stata introdotta  dal saluto di  Don Pino Latelli che ha spiegato  il senso e le motivazioni del Premio Platania giunto alla ottava edizione ovvero «l’esaltazione della cultura della testimonianza e della responsabilità, valori riscontrati nel Generale Angelo Villella, del quale ha rilevato la bontà, l’alto senso del dovere e la profonda umiltà, qualità che risiedono nella vita e nel cuore dei grandi uomini». A tracciare il profilo umano del Premiato è stato il  sindaco Michele Rizzo che ha detto: «Platania è orgogliosa, quindi, di aver dato i natali ad un illustre personaggio come il nostro caro concittadino Angelo Villella, del  quale abbiamo prova e parecchie testimonianze di come egli ha saputo servire la nazione con onore e competenza. E’ riuscito ad affermarsi, raggiungendo traguardi importanti nella sua vita professionale, che lo hanno reso illustre e particolarmente stimato, sia nell’ambito delle Forze militari d’appartenenza che nella società civile. Con la speranza che dal tuo esempio, modello positivo di riferimento, - termina Rizzo - i giovani di Platania sappiano trarre dei validi insegnamenti, sia per poter concretizzare al meglio le loro legittime ambizioni ed i loro sogni,  che per continuare a tenere alto, in giro per il mondo, il nome del nostro amato Paese». Commovente e applaudita la cerimonia di consegna del Premio dalle mani del Vescovo Rimedio, del sindaco, del parroco e di monsignor Giuseppe Ferraro al generale Villella che, nel corso del suo intervento, ha ringraziato l’Oratorio Benedetto XVI per l’omaggio del concerto e del dono della statua e di una coroncina del Rosario di San Michele Arcangelo e  tutta la comunità di Platania del gradito Premio che gli ha voluto dare.  «Il conferimento del Premio  - ha aggiunto Villella – mi ha colto veramente di sorpresa sia per le motivazioni e sia perché ho svolto tutte le mie attività con sincera umiltà. Sono profondamente grato alla mia famiglia che mi ha sostenuto nel cammino della vita ed è grazie ai miei familiari e ai miei amici, che porto sempre nel cuore, che è stato possibile raggiungere certi traguardi e riconoscimenti morali che danno il senso e lo scopo della vita».

Lina Latelli Nucifero

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione